DOLCE POLACCO

Ingredienti:
- 500 gr di farina
- 250 gr di miele
- 250 gr di zucchero a velo
- 150 gr di noci sgusciate
- 150 gr di scorza d’arancia candita
- 100 gr di burro
- 50 gr di zucchero
- 10 gr di bicarbonato di sodio
- 4 uova
- 2 chiodi di garofano
- 1 pezzetto di cannella
- 1 cucchiaio di spezie
- 1 bustina di zucchero vanigliato
- noce moscata

Preparazione:
Lavorate in una terrina i tuorli con 80 gr di burro, un poco ammorbidito e a pezzetti, e mescolatevi lo zucchero a velo e il miele ( se è un po’ granuloso fatelo scaldare per renderlo fluido).
Mettete al fuoco lo zucchero con 3 cucchiai di acqua, unitevi le spezie, i chiodi di garofano e la cannella pestati nel mortaio, un pizzico di noce moscata e fatelo caramellare a fiamma dolce.
Incorporate al composto di miele il caramello, il bicarbonato e metà della farina. Completate con gli albumi montati a neve ben ferma, alternandoli alla rimanente farina, e infine aggiungete le noci tritate e i canditi a pezzetti.
Imburrate uno stampo rettangolare a pareti alte, versatevi il composto, livellandolo con una spatola e cuocetelo in forno a calore medio per circa 1 ora.
Sformate il dolce, lasciatelo raffreddare e cospargetelo di zucchero vanigliato.

PREZZEMOLO ESSICCATO

Ingredienti
- prezzemolo in rametti

Preparazione
Tagliate i gambi del prezzemolo scartando le foglie guaste.
Tuffatele in acqua fredda per un istante per lavarle e poi scuotetele per far cadere le gocce che rimangono sulle foglie. Riunite le piantine a mazzetti legandole con uno spago. Appendetele in un posto al sole, avendo cura di ritirarle la notte, oppure copritele con un foglio di carta o di plastica che ripari i mazzetti di prezzemolo dalla rugiada.
Dopo tre o quattro giorni il prezzemolo sarà perfettamente essiccato. Ritiratelo e tagliatelo con le forbici per poter riempire per bene la scatola o il vasetto.
Conservate il prezzemolo all’asciutto.

CROSTATA DI PRUGNE

Ingredienti
- una confezione di pasta frolla
- 700 gr di prugne
- 100 gr di zucchero
- 50 gr di mandorle dolci
- 4 savoiardi
- 1 limone
- 3 chiodi di garofano
- vino bianco secco
- 1 noce di burro
- 1 uovo
- poca farina


Preparazione
Lavate bene le prugne, asciugatele, snocciolatele, mettetele in una casseruola con lo zucchero, un bicchiere di vino, il succo e una scorzetta di limone, i chiodi di garofano e cuocete a fuoco moderato. Quando le prugne sono bene tenere toglietele dal fuoco, eliminate i chiodi di garofano e la scorzetta di limone e lasciate raffreddare.
Stendete la pasta in un disco dello spessore di pochi millimetri; imburrate e infarinate una tortiera e foderatela con il disco di pasta ritagliando la parte eccedente. Disponete sulla pasta i savoiardi sbriciolati e le prugne scolate dal liquido di cottura e cospargete con le mandorle tostate e tritate.
Stendete di nuovo i ritagli di pasta, ritagliatene delle strisce con una rotellina dentellata e disponetele sulla torta a forma di reticolato.
Ripiegate verso l’interno la pasta dei bordi pizzicandola tutt’intorno, pennellate i bordi e il reticolato con l’uovo sbattuto e cuocete in forno per circa 40 minuti. Lasciate raffreddare prima di servire.

CONFETTURA DI PERE

Ingredienti
- 1 kg di pere sane e mature
- 1/2 kg di zucchero
- 2 bicchieri di acqua
- 1 limone
- qualche goccia di liquore a piacere

Preparazione
Sbucciate le pere e togliete il torsolo mettendole, a mano a mano che sono pronte, in una terrina piena di acqua fredda acidulata con un po’ di succo di limone. Scolatele, tagliatele a pezzi, mettetele in una casseruola di rame non stagnato, unitevi lo zucchero e l’acqua e portate a ebollizione, adagio e mescolando con un cucchiaio di legno. Quando le pere sono cotte, frantumatele con una frusta di acciaio inossidabile e continuate a cuocerle a lenta ebollizione fino a raggiungere la giusta densità.
Distribuite la confettura calda nei vasi, versate sulla superficie qualche goccia di liquore e conservate in luogo fresco e oscuro.

CROSTINI CON FUNGHI

Ingredienti
- 16 fette di pancarré
- 125 gr di burro tenuto a temperatura ambiente
- 100 gr di aglio
- 1/2 kg di funghi freschi porcini
- 4 cucchiai di olio
- brodo di dado
- sale

Preparazione
Private i funghi della parte dura e terrosa, passateli con una pezzuola inumidita e tagliateli a fettine. Fateli cuocere nell’olio rosolato con uno spicchio d’aglio, che avrete tolto, salateli e bagnateli con poco brodo per tenerli morbidi. Mondate gli spicchi d’aglio, scottateli in acqua bollente per 5 minuti poi passateli al setaccio e mescolateli con il burro montando il composto a spuma con un cucchiaio di legno. Ritagliate le fette di pane a disco o a rettangolo, tostatele in forno caldo e quando saranno fredde spalmatele con il burro d’aglio. Coprite i crostini con i funghi e serviteli sia caldi che freddi. Per variare potete coprire i crostini spalmati semplicemente di burro, con delle lamelle di funghi ovoli crudi conditi con olio, limone, sale e prezzemolo tritato.

SALSA CREMA

Ingredienti:
- 2 dl di panna
- 1 litro di besciamella
- pepe di cayenna
- succo di limone

Preparazione:
Fate ridurre un poco la panna sul fuoco. Aggiungete la besciamella e fate bollire, a fuoco regolare per 10 minuti, rimestando con la spatola. Aggiunta finale di pepe di cayenna e di succo di limone.

PASTA FROLLA

Ingredienti
- 300 gr di farina
- 150 gr di burro
- 100 gr di zucchero
- 2 tuorli
- un poco di scorza di limone grattugiata
- sale

Preparazione
Versate la farina sulla spianatoia, fate al centro la fontana, mettetevi in mezzo lo zucchero, il burro a pezzetti, i tuorli, la scorza di limone e un pizzico di sale. Impastate rapidamente e lavorate la pasta fino a renderla ben omogenea. Avvolgetela in un foglio di carta oleata e lasciatela riposare nella parte meno fredda del frigorifero.

SPINACI ALLA PIEMONTESE

Ingredienti
- 2kg di spinaci
- 25 gr di uvetta sultanina
- 1 bicchiere di vino bianco
- pepe
- sale

Preparazione
Lavate bene gli spinaci ripetutamente in acqua fredda fino a quando non rimarrà neppure un po’ di terriccio sul fondo. Mettete a macerare per due ore l’uva nel vino bianco. Mettete gli spinaci lavati e scolati in una capace pentola insieme con l’uvetta, sale e un pizzico di pepe.
Portate gli spinaci rapidamente all’ebollizione. Quando le foglie si saranno tutte afflosciate togliete la pentola dal fuoco e versate gli spinaci insieme con l’uva nei vasi aggiungendo un po’ di acqua di cottura, lasciate i vasi aperti fino a quando gli spinaci si saranno raffreddati.
Chiudete ermeticamente i vasi e fateli sterilizzare per 15 minuti. Fate raffreddare i vasi nella stessa acqua del bagnomaria controllando la perfetta cottura e conservate i vasi al buio.
Questi spinaci si servono come contorno a piatti di carne riscaldandoli prima di servirli.

ANTIPASTO ITALIANO

Ingredienti
- 3 kg di peperoni sani e carnosi
- 3 kg di melanzane
- 300 gr di olive verdi snocciolate e a pezzi
- 150 gr di acciughe diliscate
- alcuni chiodi di garofano
- alcune foglioline di basilico
- qualche pizzico di prezzemolo tritato
- 3 litri di aceto
- olio d’oliva
- alcuni grani di pepe
- qualche pizzico di pepe in polvere
- qualche pizzico di sale

Preparazione
Pulite i peperoni e tagliateli a quarti, eliminando i semi e le nervature. Pulite anche le melanzane, sane sbucciarle, tagliatele a fette dello spessore di circa mezzo centimetro, salatele, pepatele, rigiratele e mettetele a scolare per qualche ora.
Mettete al fuoco di una casseruola l’aceto con qualche chiodo di garofano e alcuni grani di pepe. Quando l’aceto bolle, immergetevi i peperoni e sbollentateli per qualche minuto. Scolateli dall’aceto e metteteli ad asciugare distesi su un telo.
Sbollentate nello stesso modo le fette di melanzane e mettetele ad asciugare.
Riunite tutti gli ingredienti collocando le melanzane, i peperoni, le acciughe e le olive nei vasi, ben distesi e a strati. Mettete su ogni strato qualche foglia di basilico, un pizzico di prezzemolo tritato e un filo d’olio d’oliva. Quando i vasi sono pieni (non fino al bordo ma un paio di centimetri al di sotto) ricoprite il tutto con olio. Chiudete i vasi ermeticamente e, per sicurezza, fateli sterilizzare per 25-30 minuti. Conservateli in luogo fresco e buio.
Si potrà consumare questo antipasto di verdure miste sia freddo che caldo.

(2016) Ricette d'Italia - Template di Blogger modificato da WM Ricette d'Italia