Scorzonera

SCORZONERA (SCORZONERA HISPANICA)

Il suo nome deriva dal catalano escorzo che significa vipera; è chiamata anche viperina, perché anticamente si riteneva che guarisse dal veleno delle vipere. La scorzonera ha applicazioni, oltre che in cucina, anche in farmacia.

Famiglia
Composite

Origine
Europa meridionale

Aspetto
Pianta erbacea perenne, provvista di una grossa radice, lunga, carnosa, di colore scuro esternamente, mentre all’interno la polpa è bianca e soda. Lo stelo fiorifero è alto circa 1 m, poco ramificato e foglioso

Foglie
Quasi tutte disposte in una rosetta basale, lineari, inter, allungate

Fiori
Gialli, riuniti in infiorescenze a capolino, provviste di lungo peduncolo

Frutti
Acheni

Utilizzazione
Se ne consumano le radici, alle quali si attribuiscono qualità digestive, depurative e diuretiche. L’ingrossamento delle radici, che si raccolgono in autunno, viene favorito tagliando i fusti al momento della fioritura della pianta. In talune regioni vengono utilizzate anche le foglie della scorzonera, preparate in insalata

Nessun commento:

(2016) Ricette d'Italia - Template di Blogger modificato da WM Ricette d'Italia