Dizionario dell’insalata

Cicoria asparago o di Catalogna
Si presenta sotto forma di grossi ceppi dalle foglie strettissime, molto lunghe, frastagliate ai margini e sorrette da una costola robusta e carnosa di colore bianco-verdastro. E’ commestibile solo cotta.

Cicoria belga
Ha foglie bianche appena sfumate di giallo sulle punte e avvolte strettamente le une sulle altre in modo da formare un cespo allungato e compatto.

Cicoria comune da taglio o spadona
Ha forma stretta e allungata, colore verde intenso e sapore amarognolo; viene venduta a mazzetti ed è ottima quando è giovane.

Cicoria riccia o indivia
Ne esistono diverse varietà caratterizzate tutte da un fitto fogliame più o meno ricciuto (vi è anche l’invidia “ricciutissima”) di colore verde piuttosto chiaro con cuore centrale quasi bianco.

Cicoria scarola
Si presenta in cespi di diametro anche molto largo, con foglie allungate provviste di venatura centrale piuttosto carnosa. Sono tenerissime e croccanti soprattutto le foglie centrali.

Cicorietto o radicino
Ha foglioline strette e allungate che non superano i 5-6 centimetri di lunghezza; viene raccolto nella prima fase dello sviluppo ed è perciò la varietà più tenera di cicoria.

Crescione
E’ un’insalata che cresce spontaneamente lungo i fossati in primavera e in estate; presenta foglie piccole, di forma ovale, di colore verde smeraldo e dai contorni irregolari. Il sapore è leggermente amarognolo.

Lattuga a cappuccio
Si presenta in cespi di forma tondeggiante, costituiti da grandi foglie che si sovrappongono le une alle altre, chiudendosi intorno a un cuore centrale; ve ne sono molte qualità che possono essere di colore verde chiaro, verde striato di rosso o verde scuro. Si trova in commercio tutto l’anno.

Lattuga romana
Si presenta in cespi di forma allungata, con costole spesse e bianche; le foglie possono essere, secondo la qualità, verde chiaro, verde scuro o verde striato di rosso bruno.

Lattughino da taglio
Insalata primaverile tenerissima e precoce. Le foglie possono essere verdi o rosse, lisce o ondulate.

Songino
Cresce spontaneamente nei prati all’inizio della primavera, ma può anche essere coltivato; presenta foglie piccole e ovali che si dipartono da un cuore centrale. Se raccolto al primo stadio dello sviluppo è dolce e tenerissimo.

Radicchio di Castelfranco
Presenta foglie larghe tondeggianti con una colorazione variegata che va dal bianco al giallo, al rosato e al rosso rubino.

Radicchio di Treviso
Presenta foglie strette e allungate di colore rosso intenso con costola centrale bianca e piuttosto carnosa. E’ molto croccante ed ha un gusto leggermente amarognolo.

Radicchio di Verona
E’ simile al radicchio di Castelfranco ma le foglie presentano un colore rosso più intenso, solo leggermente variegato.

Nessun commento:

(2016) Ricette d'Italia - Template di Blogger modificato da WM Ricette d'Italia